Dove siamo

La storia. La manifestazione si svolge in un villaggio medievale a pochi chilometri da Roma. Non un paese ricostruito, bensì un vero e proprio centro abitato, arroccato come mille anni fa sull’alto di una rupe e chiuso nelle mura del suo castello. Calcata deve il suo fascino al fatto di ergersi su un vero e proprio scoglio di pietra vulcanica piantato in mezzo alla valle del Treja.  Calcata compare nelle carte ufficiali a partire dal 700 d.C., quando viene inclusa nel novero delle fattorie che  appartengono alla “domusculta” di Capracorum. 

Nel borgo alcune case di tufo risalgono al 1200, le strade sono lastricate sin dal 1700 con grossi ciottoli di fiume, la piazza con la chiesa è di impianto rinascimentale ed il palazzo baronale, rimaneggiato tra il XVIII e il XIX secolo, è stato restaurato ed è ora proprietà del Parco del Treja. Nel paese vecchio vivono stabilmente circa 70 persone. I calcatesi, invece, si sono trasferiti sul pianoro sovrastante la rocca: il podestà di epoca fascista fece iscrivere Calcata, in virtù di una legge speciale per i centri terremotati della Sicilia e della Calabria, nel novero dei paesi da risanare, con il trasferimento degli abitanti in abitazioni non a rischio e il successivo abbattimento del paese. Solo negli anni Novanta, un decreto ha salvato Calcata dall’abbattimento coatto, ma ormai i vecchi abitanti se ne erano andati…

Come arrivare a Calcata Vecchia. Quelli che la conoscono la chiamano semplicemente Calcata. In realtà si chiama Calcata Vecchia ed è il borgo antico originario dal quale è poi nata Calcata Nuova. La manifestazione Calcata Fotografia si svolge comunque all’interno del borgo antico.

Esso è facilmente raggiungibile da Roma, dal quale dista una quarantina di chilometri, attraverso la SR2 Cassia oppure dalla Flaminia prendendo la strada per Faleria che parte alle spalle della stazione di Rignano Flaminio. Provenendo dalla Cassia Bis, dopo aver superato lo svincolo per Campagnano Vallelunga e percorso meno di un chilometro, si gira in direzione Mazzano Romano, si percorre la SP37, che poi diventa SP16b ed attraversa questo paese e si continua sulla stessa strada che diventa SP17b fino ad arrivare, dopo circa 4km, davanti al borgo di Calcata Vecchia. Dalla Flaminia è altrettanto semplice: dopo aver superato Faleria, si continua sulla SP79 e dopo poco più di due chilometri si arriva allo svincolo di Calcata Nuova ove c'è il parcheggio; Calcata Vecchia dista poche centinaia di metri.

Attenzione! Calcata Vecchia non dispone di un parcheggio né c’è posto per le auto. Bisogna andare un po’ più avanti fino al grande parcheggio di Calcata Nuova, lasciare l’auto e fare circa 500 metri a piedi seguendo la segnaletica con le indicazioni per raggiungere il borgo di Calcata Vecchia.