Giacinto Malospiriti

Giacinto Malospiriti. Inizia ad appassionarsi alla fotografia analogica durante il liceo, da lì inizia l'approccio con lo sviluppo e la camera oscura.
La passione diventerà realtà dopo molti anni quando, attraverso uno stage, riscopre la sua vecchia passione fotografica (adesso digitale) avvicinandola alla fotografia di scena.
Segue diversi stage di fotografia e post produzione fino a conoscere il collega Daniele Bruno con cui fonda il binomio GiaDa Photo Factory che si arricchirà, 2 anni dopo, con Massimiliano Saccone.
Dal 2012 è fotografo professionista associato Tau Visual
La sua fotografia e la sua ricerca ha un aspetto ricorrente: le persone, l'uomo in tutte le sue sfaccettature lungo il suo cammino di vita e sentimenti.
Con il collega Massimiliano da diversi anni si occupa di Cerimonie ed Eventi come fotografo.
Lo Studio GMD, di cui è fondatore, si occupa di eventi e fotografia di moda
Il suo miglior allievo si chiama Andrea ed ha 15 anni, già padroneggia la sua reflex con piglio da professionista rendendo orgoglioso il suo papà.

Land of solitude

Il deserto di Atacama è il deserto più asciutto del mondo, oltre 50 volte la Death Valley. E’ virtualmente sterile perchè protetto dall'umidità, da entrambi i lati, dalle montagne delle Ande e dalle montagne litoranee; la regione a questo riguardo può essere definita unica sul pianeta: essa risulta infatti del tutto privo di oasi. Dall’unica zona abitata a 2500 metri, il deserto sale nella sua unicità fino a oltre 5000 metri in un susseguirsi di rocce, pietre, arbusti intervallati dalle Salar, pozze cristalline di acqua salatissima che scorre dalle cime dei monti lungo tutto il deserto.

Eppure il luogo più inospitale del pianeta parla a chi lo sa ascoltare: le rocce in ombra si dilatano con il calore gemendo nel silenzio delle ore mattutine un silenzio che urla e avvolge.