Max Angeloni

Max Angeloni. Tutti lo chiamano Max, anche se all’anagrafe i genitori lo hanno iscritto con il nome di Massimiliano.
Fotografo professionista e direttore della fotografia, da sempre predilige la fotografia dove il protagonista è l’elemento “umano”: dal reportage, alla moda, dai fotoromanzi ai matrimoni. I suoi servizi fotografici sono pubblicati da testate italiane ed estere.
Fotografo in esclusiva per la casa di produzione fotoromanzi The Best (Grand Hotel in Italia, Nous Deux in Francia), ha curato per la stessa produzione anche la migrazione del processo analogico a quello digitale.
Ha collaborato per circa 10 anni con la rivista Fotografia Reflex scrivendo articoli legati a temi tecnici e alla prova di attrezzatura fotografica e l’illuminotecnica. Questa, insieme al ritratto ambientato, sono anche le situazioni che prevalentemente affronta nei workshop e nei corsi di fotografia che realizza, in veste di docente, in tutta Italia.
Dal 2017 è docente presso la FC Accademy. Nel 2018 ha realizzato e condotto in veste di docente il Primo Corso di Fotografia presso la Legione Scuola Allievi Carabinieri.
Nel 2010 ha fondato Riflessifotografici.com che racchiude in un’unica entità il portale di cultura fotografica, la scuola di fotografia e l’etichetta di produzione cinematografica per la realizzazione e la promozione di film indipendenti.
E’ membro degli X-Photographers Fujifilm sin dalla loro fondazione (2012). Per la Fujifilm Italia ha collaborato, nella veste di docente, in eventi quali il Photoshow ed eXperience tour.
Per la casa Editrice Reflex ho realizzato un libro della collana La Biblioteca del Fotografo dal titolo Scrivere con la luce.
In collaborazione con Fujifilm Italia e Gruppo Storico Romano ha realizzato la pubblicazione “tra Fede e Storia” che raccoglie due lavori di ricostruzione storica: le origine del Natale di Roma (DCCC Ab Urbe Condita) e la Via Crucis Cattolica (la Via Dolorosa).
Nel 2016 ha pubblicato “X 5th Anniversary” in occasione della ricorrenza del quinto anno dalla fondazione dei Fujifilm X-Photographers. Nel 2017 ha realizzato il libro fotografico “La Banda Musicale dei Carabinieri”.
Nel 2018 la pubblicazione “Angeli e Dei” che descrive l’incontro di una Artista moderna con l’arte classica presente nel Museo Archeologico Nazionale di Ferrara.

La Banda dell’Arma dei Carabinieri

Questa storia ha inizio un novembre di tanti anni fa, quando, un ragazzino fresco di diploma delle scuole superiori, indossò per la prima volta la divisa di Allievo Carabiniere Ausiliario.
Di quell’esperienza rimangono tanti ricordi. Ma uno in particolare, legato al discorso tenuto da un ufficiale al momento del congedo, rimane impresso:
“Chi ha indossato questa divisa, anche per un breve periodo, rimane Carabinieri per sempre e, un giorno, la vita, farà incrociare nuovamente le nostre strade”.
Al momento sembravano solo parole di circostanza…
Passano gli anni… trenta per l’esattezza. Gli scatti si inseguono uno dopo l’altro… alle spalle la Banda dei Carabinieri suona in sala prove un pezzo jazz del maestro Gianluigi Trovesi
Ritornano in mente quelle parole…”la vita, farà incrociare nuovamente le nostre strade”.
Mai avrei immaginato che le strade si fossero date appuntamento per regalarmi il più bel momento professionale della mia vita.
Continuo a fotografare…la Banda suona ancora… e io non riesco a smettere di sorridere.